Vertenza dipendenti comune Scafati, sindacati preoccupati

Vertenza dipendenti del Comune di Scafati, fumata nera dopo l’incontro convocato in Municipio. La denuncia di Angelo Rispoli della Fiadel provinciale

SCAFATI. Vertenza dipendenti del Comune di Scafati, fumata nera dopo l’incontro convocato in Municipio. La denuncia di Angelo Rispoli della Fiadel provinciale: “Preoccupato per le maestranze. La commissione non si è presentata al summit e ora prende tempo sul fondo salario accessorio chiedendo il parere al ministero dell’Economia. Speriamo sia solo un incidente di percorso”.

La nota della Fiadel

Fumata nera per la vertenza dei dipendenti comunali a Scafati. I commissari straordinari, dopo aver convocato questa mattina le rappresentanze sindacali, hanno disertato l’incontro a cui ha preso parte solo il ragioniere capo del Comune, Giacomo Cacchione. Durante il summit si è discusso del fondo salario accessorio, con il dirigente dell’Ente che ha confermato la richiesta di parere tecnico al ministero dell’Economia per sbloccare almeno il 50% dei fondi del 2017. Una decisione che ha lasciato perplesso Angelo Rispoli, segretario generale della Fiadel provinciale. “Resto basito da quanto accaduto nel Municipio scafatese”, ha detto. “Il prefetto Giorgio Manari, dopo averci convocato, ha deciso bene di dare forfait. Come se non bastasse, inoltre, c’è stato comunicato che un accordo ratificato in Prefettura a Salerno lo scorso mese di aprile adesso non è più valido e ha bisogno dell’ok del Ministero. Ritengo questo modo di agire un’offesa nei confronti delle maestranze che, con professionalità e nonostante i problemi atavici d’organico, continuano a garantire i servizi per tutta la comunità scafatese. In questi giorni voglio ricordare che si sta garantendo l’ordine pubblico in concomitanza con le manifestazioni religiose legate ai festeggiamenti della Santa Patrona. Tutto questo senza sapere se percepiranno mai lo straordinario per quanto fatto”.

Una vicenda che Rispoli vuole assolutamente portare all’attenzione degli organi competenti. “Tuttavia, dopo i segnali negativi di oggi credo che qualcosa possa essere recuperato”, ha spiegato il segretario generale della Csa di Salerno. “Il verbale stilato in Prefettura, infatti, prevedeva l’organizzazione di un tavolo tecnico sulle problematiche della polizia municipale. Pertanto, nel rispetto dell’accordo, chiederemo la convocazione del tavolo. Ci auguriamo di trovare, da questo punto di vista, la massima intesa con il capo della Municipale, il comandante Giovanni Forgione. Da qui, potremo capire le reali intenzioni della commissione straordinaria a voler dialogare con i sindacati per il bene dei lavoratori. Speriamo che quanto accaduto stamane sia solo un incidente di percorso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *