Vergogna all’ospedale, negata divisa ad una OSS e assenza di un rianimatore per tre ore

“Oggi una OSS neoassunta non ha ricevuto le divise perché assegnata al Costa d’Amalfi: la vergognosa discriminazione continua visto che in 7 anni non sono mai state assegnate le divise al personale di tale presidio. È ora di denunciare tale vergogna.".

AMALFI. “Oggi una OSS neoassunta non ha ricevuto le divise perché assegnata al Costa d’Amalfi: la vergognosa discriminazione continua visto che in 7 anni non sono mai state assegnate le divise al personale di tale presidio.

È ora di denunciare tale vergogna.”.

Negata divisa ad una OSS e assenza di un rianimatore per tre ore

È con queste parole che un caso di discriminazione è stato segnalato, come riporta Positanonews, nel salernitano.

“La ditta Pacifico ha l’appalto per il Ruggi di Salerno e non è stato mai esteso all’ospedale Costa d’Amalfi di Castiglione di Ravello per cui si rifiuta di fornire il personale di tale plesso che è costretto da sempre ad acquistare le divise a proprie spese, come anche a doversele lavare in proprio non essendoci il servizio di lavanderia.

De Luca a Napoli con la Regione Campania si è vantato di tenere aperto il presidio, ma sempre tenendolo in una ghettizzazione ed emarginazione: niente cardiologi assegnati ,niente divise, niente lavanderia etc.

Stanotte nuovamente rianimatore fuori e presidio senza rianimatore per 3 ore.

Per sbloccare le pulizie ci è voluto il paziente che defeca, per la reperibilità del rianimatore occorre evidentemente il morto !”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *