Ufficio Tecnico di San Valentino Torio nel mirino della Finanza

SCAFATI. I militari della Compagnia di Scafati, nell’ambito della delega conferita dalla Corte dei Conti – Procura Regionale presso la sezione giurisdizionale per la Campania – relativa all’affidamento dell’incarico di responsabilità del settore tecnico presso il Comune di San Valentino Torio, hanno notificato un “invito a dedurre” emesso dal sostituto procuratore generale dottor Francesco Vitiello […]

SCAFATI. I militari della Compagnia di Scafati, nell’ambito della delega conferita dalla Corte dei Conti – Procura Regionale presso la sezione giurisdizionale per la Campania – relativa all’affidamento dell’incarico di responsabilità del settore tecnico presso il Comune di San Valentino Torio, hanno notificato un “invito a dedurre” emesso dal sostituto procuratore generale dottor Francesco Vitiello al sindaco, per aver sottoscritto il contratto individuale di lavoro, al segretario comunale, quale organo deputato alla consulenza giuridica e tecnica in favore dell’ente locale, ai componenti della Giunta comunale, che hanno sottoscritto la delibera di affidamento dell’incarico dirigenziale, nonché allo stesso soggetto al quale è stato conferito l’incarico. Dieci in tutto i soggetti interessati dal provvedimento della Magistratura Contabile. Le Fiamme Gialle scafatesi e l’Autorità Giudiziaria contabile hanno accertato, all’esito delle attività investigative, che le condotte realizzate hanno comportato una violazione delle norme imperative di settore. Tra l’altro, gli illeciti emersi hanno posto in evidenza irregolarità nella gestione del settore urbanistico-edilizio del Comune da parte del titolare di quella funzione che, peraltro, è risultato sprovvisto del prescritto diploma di laurea. Il danno patrimoniale subito dal comune è pari a €. 230.00,00, somma corrispondente ai compensi illegittimamente corrisposti al predetto dipendente. Le attività effettuate confermano la costante e positiva collaborazione tra la Magistratura Contabile e la Guardia di Finanza, sottolineando la specifica attenzione posta dal Corpo nella tutela della spesa pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *