Truffato parroco di Teggiano: «Ci sono cascato come un pollo»

TEGGIANO. Una nuova truffa quella messa a segno nel Vallo di Diano ai danni del sacerdote di Teggiano. Stando a quanto riportato dal quotidiano “La Città”, il parroco è stato raggirato da un giovane di circa 30anni che si è spacciato per il nipote del defunto don Vito D’Alto e che è riuscito, in questo […]

TEGGIANO. Una nuova truffa quella messa a segno nel Vallo di Diano ai danni del sacerdote di Teggiano. Stando a quanto riportato dal quotidiano “La Città”, il parroco è stato raggirato da un giovane di circa 30anni che si è spacciato per il nipote del defunto don Vito D’Alto e che è riuscito, in questo modo, ad estorcere all’ingenuo parroco una somma pari a 2mila euro. Il ragazzo ha raccontato al prete di aver vissuto in America e di essere tornato in Italia per sposare una ragazza americana. Dopo aver spianato il terreno con racconti commoventi, ha chiesto del denaro al sacerdote che, accompagnato a casa dallo stesso giovane, gli ha consegnato i suoi risparmi. Come garanzia della restituzione del prestito, il ragazzo ha lasciato una borsa che, in realtà, non aveva alcun valore. Quando il parroco si è reso conto di esser stato truffato, era ormai troppo tardi e il 30enne si era già dileguato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *