Tragedia della neomamma, allatta il figlio e si lancia: ecco chi era

Una tragedia si è verificata all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno. Ecco chi era la neomamma 26enne

SALERNO. Una tragedia si è verificata all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno: è lì, infatti, che una giovane mamma di 26 anni si è uccisa dopo aver allattato il figlio.

Tragedia della neomamma: allatta il figlio e si lancia: ecco chi era

Si chiamava Antonietta Corinto, residente a Sapri, oggi la tragica notizia. Si è lanciata dal sesto piano dopo aver allattato il figlioletto, Vincenzo. Ignote anche le cause del folle gesto.

Secondo le prime ricostruzioni, la 26enne aveva appena allattato il piccolo quando ha deciso di aprire la finestra del ballatoio e togliersi la vita. Nell’area erano presenti anche altre persone ma nessuna è stata in grado di impedire il gesto. Lo schianto ha richiamato l’attenzione di molti pazienti e del personale medico. Inutile ogni tentativo di rianimazione.

La donna era in buone condizioni di salute, si ipotizza che il suicidio possa essere dovuto ad una depressione post partum.

L’ultimo post su Facebook

L’ultimo post su Facebook di Antonietta era dedicato al piccolo Vincenzo. La giovane si era sposata con Gerardo due anni fa. «La vita a volte ti mette a dura prova – scriveva venerdì – Ma io e te come facciamo da tanti anni insieme, tenendoci mano nella mano, affrontiamo tutto con coraggio e andiamo avanti…sfidando ogni ostacolo! Oggi siamo diventati genitori, la vita ci ha premiato e i miracoli esistono – continua il post – Benvenuto al mondo piccolo scricciolo di mamma e papà».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *