Traffico in tangenziale: la Prefettura tenta una soluzione

Un tentativo tecnico al fine di limitare i disagi in vista della riapertura delle scuole. Questo è quanto emerso oggi pomeriggio, in Prefettura a Salerno

SALERNO. Un tentativo tecnico al fine di limitare i disagi in vista della riapertura delle scuole. Questo è quanto emerso oggi pomeriggio, in Prefettura a Salerno, durante l’incontro tenutosi tra gli amministratori comunali di Salerno, Fisciano, Baronissi, Pellezzano e Mercato San Severino, i vertici del compartimento Anas della Campania e il prefetto di Salerno, Francesco Russo, per un esame congiunto della situazione dei lavori sulla tangenziale di Salerno.

L’incontro

L’Anas, durante l’incontro, ha illustrato le tempistiche dell’esecuzione dei lavori e le criticità attuali connesse al confluire sulla tangenziale di tre flussi viari – autostrada A2, raccordo Salerno-Avellino, autostrada A3 Napoli-Pompei e Statale 88 – che, allo svincolo salernitano di Fratte, soprattutto nelle prime ore del mattino, fanno registrare la presenza del massimo traffico veicolare destinato ad incrementarsi già dalla prossima settimana, in prossimità dell’avvio dell’anno scolastico.



Gli amministratori locali hanno comunicato che tale problema va poi inevitabilmente anche a riversarsi sulla viabilità urbana, dato che molti automobilisti prediligono percorsi alternativi.

Dopo un’approfondita disamina, il Prefetto ha proposto nell’immediato l’istituzione di un tavolo tecnico, con il coinvolgimento di Anas, tecnici comunali, polizie locali e polizia stradale, finalizzato ad individuare soluzioni alternative al fine di contenere il più possibile i disagi agli automobilisti. La proposta è stata accolta con grande soddisfazione dai presenti all’incontro, che hanno concordato un primo summit nella giornata di lunedì prossimo presso l’Ufficio mobilità del Comune di Salerno, dichiaratosi disponibile al riguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *