Tasi: ecco i comuni salernitani in cui si paga tutto a dicembre

Entro il 16 ottobre, i cittadini dei Comuni che hanno fatto in tempo a deliberare le aliquote Tasi per il 2014, dovevano pagare la prima rata. Per i poveri cittadini residenti in Comuni che non hanno fatto questa delibera, la tassa si pagherà tutta in una volta entri il 16 dicembre e il Natale sarà […]

Entro il 16 ottobre, i cittadini dei Comuni che hanno fatto in tempo a deliberare le aliquote Tasi per il 2014, dovevano pagare la prima rata. Per i poveri cittadini residenti in Comuni che non hanno fatto questa delibera, la tassa si pagherà tutta in una volta entri il 16 dicembre e il Natale sarà di certo meno allegro.
Ecco i comuni salernitani in cui si pagherà in un’unica rata a dicembre: Atena Lucana, Campora, Cannalonga, Casalbuono, Castellabate, Cuccaro vetere, Felitto, Gioi, Montesano sulla Marcellana, Novi Velia, Orria, Ottati, Prignano Cilento, Ravello, San Mauro la Bruca, San Rufo, Sassano, Serramezzana.

La Tasi è l’Imposta sui Servizi Indivisibili, ossia i servizi che il Comune non offre “a domanda individuale” come l’illuminazione pubblica, l’anagrafe, la manutenzione delle strade, solo per fare degli esempi.
Le aliquote possono andare dall’1 al 2,5 per mille a seconda delle scelte del Comune che può però anche scegliere di addizionare di un ulteriore 0,8 per mille per concedere delle agevolazioni per quegli immobili che rientrano in casi particolari; per gli immobili su cui si paga sia Tasi che Imu, le aliquote delle due imposte complessivamente non possono superare il 10,6 per mille.
Si paga su tutti i fabbricati i proprietà, anche la prima casa. Non si paga invece sui terreni agricoli, sugli edifici di enti locali quando rientrano nel loro proprio territorio, sugli edifici che ospitano attività culturali e neanche sugli edifici dove si esercita il culto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *