Tagli fondi ai Patronati: iniziative

SALERNO. I tagli previsti dal Governo nel DL stabilità ai Patronati comprometteranno quasi definitivamente l’attività degli stessi ed avranno il duplice effetto di tagliare i posti di lavoro di tantissimi operatori e di ridurre le tutele e le prestazioni, previste dalla Costituzione italiana, a favore dei cittadini e soprattutto delle categorie più deboli. La Cisl, […]

SALERNO. I tagli previsti dal Governo nel DL stabilità ai Patronati comprometteranno quasi definitivamente l’attività degli stessi ed avranno il duplice effetto di tagliare i posti di lavoro di tantissimi operatori e di ridurre le tutele e le prestazioni, previste dalla Costituzione italiana, a favore dei cittadini e soprattutto delle categorie più deboli.
La Cisl, insieme a CGIL, UIL ed ACLI, nell’ambito della giornata nazionale di mobilitazione, per iniziativa del Ce.Pa. (il coordinamento che raggruppa i principali patronati Acli, Inas, Inca e Ital), prevista per il prossimo 15 novembre, concorrerà ad organizzare una serie di iniziative unitarie da tenersi in diversi Comuni della nostra provincia, dove saranno allestiti stand allo scopo di informare e sensibilizzare l’opinione pubblica.
Le piazze individuate , con manifestazioni a partire dalle ore 9,30, sono:
Salerno – Piazza Portanova ( ancora da confermare ) in alternativa Piazza Amendola; Scafati – Piazza V.Veneto; Cava de’ Tirreni – Piazza Duomo; Nocera Inferiore – Via Diaz; Battipaglia P.zza Aldo Moro; Eboli – Chiesa di San Bartolomeo; Sala Consilina, Via Mezzocapo; Vallo della Lucania – Piazza V. Emanuele; Sapri – Lungomare.
E’ prevista una conferenza stampa vicino allo stand di Salerno e seguirà consegna alla Prefettura del documento Cepa e del documento approvato dal Comitato provinciale dell’Inps di Salerno.
Nel frattempo continua la raccolta delle firme di adesione alla petizione “No ai tagli ai patronati” presso le sedi dell’INAS.
Considerata la gravità dei tagli, è richiesto il vostro contributo, l’estensione
dell’informazione e la partecipazione, per quanto possibile, alle manifestazioni.
La petizione contro i tagli ai Patronati può avvenire anche online, collegandosi al sito dell’Inas www.inas.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *