Sul web è boom del trading: ma cosa significa esattamente?

Se si comprende che il trading online è semplicemente una metodologia facilitata di investire, lo strumento può tornare molto utile; viceversa se si pensa sia uno strumento innovativo in grado di stravolgere il concetto di guadagno, si rischierà di prendere una cantonata colossale.

Una moda è per definizione un qualcosa che vive un momento di diffusione legato spesso anche a fattori esterni, che non abbiano necessariamente implicazioni con il tema stesso. Tradotto, talvolta è più il passaparola o l’effetto che si genera che va a soffiare sulla diffusione di un prodotto o servizio.

Nei casi limite non ci si chiede neanche quanto questo possa essere realmente utile, buono, valido: ci si limita a seguire la massa. Siamo partiti da quei per parlare del trading online, un fenomeno in ascesa enorme negli ultimi anni in rete; e che per certi versi ha toccato con mano il discorso di cui sopra, ovvero di un qualcosa che si diffonde anche per sentito dire.

Eppure siamo nel campo degli investimenti, niente di più concreto e di meno aleatorio: investire vuol dire puntare i propri soldo su un asset sperando di guadagnarci. Ma dietro l’angolo esiste sempre il rischio di perderli. Basterebbe questo per invogliare gli utenti a muoversi con i piedi di piombo, come si suol dire, quindi evitando il più possibile rischi inutili. Ma non sempre è così.

Dicevamo degli investimenti in rete, e per capire partiamo prima dal significato del termine trading online: investire in rete, niente più e niente meno. Effettuare investimenti utilizzando una piattaforma multimediale, quindi raggiungibile soltanto online.

Tutti concetti già presenti da sempre, qui nessuno si è inventato nulla: tanto l’idea di investire, che è da sempre insita nell’uomo; quanto il concetto di broker, intermediari che operano per fare da tramite tra l’investitore ed il mercato e che esistono da ben prima della diffusione del web.

Quanto fin qui detto deve essere metabolizzato al meglio perché, spesso e volentieri, si tende a percepire il trading online come uno strumento innovativo, quasi futuristico: non è così, l’elemento di novità è semmai dato dal fatto di utilizzare il web per investire anziché avere un approccio fisico e diretto.

Una volta compreso cos’è il trading online, quale sia il suo reale significato, si può poi passare a valutare in modo autonomo se investire o no. Rispetto ad un approccio tradizionale il vantaggio è quello di una maggiore comodità, dato che investendo tramite la rete si va più veloci, ci sono meno perdite di tempo e, fattore non certo da poco, meno commissioni da pagare.

Se si comprende che il trading online è semplicemente una metodologia facilitata di investire, lo strumento può tornare molto utile; viceversa se si pensa sia uno strumento innovativo in grado di stravolgere il concetto di guadagno, si rischierà di prendere una cantonata colossale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *