Suicidio Tiziana Cantone: rinvio a giudizio per il compagno

Grazie a Valeria Sico, pm che ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex compagno di Tiziana Cantone, perché non ha messo tutto a tacere, ma ha continuato le indagini

SALERNO. “Grazie a Valeria Sico, pm che ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex compagno di Tiziana Cantone, perché non ha messo tutto a tacere, ma ha continuato le indagini per fare chiarezza sulle responsabilità nella diffusione di quel video che doveva restare ‘privato’ e su quanto è successo nei giorni successivi, fino a quando la trentunenne decise di uccidersi”.

Suicidio Tiziana Cantone: rinvio a giudizio per il compagno della ragazza

Lo hanno detto l’assessore alle pari opportunità della Regione Campania, Chiara Marciani, e il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, per i quali “questa richiesta di rinvio a giudizio è anche una risposta che lo Stato doveva alla mamma di Tiziana che sta cercando di fare chiarezza sui motivi che hanno spinto la figlia al suicidio”.
“Siamo consapevoli e convinti che una richiesta di rinvio a giudizio non sia una dichiarazione di colpevolezza” hanno aggiunto Borrelli e Marciani sottolineando che “sarebbe auspicabile che ci sia un processo, qualora ci siano elementi validi emersi nel corso delle indagini, perché solo un processo potrebbe fare definitivamente chiarezza su una bruttissima vicenda nella quale la Regione continuerà a sostenere la mamma di Tiziana Cantone nella ricerca della verità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *