Sindaco rinuncia all’indennità per comprare computer rubati a scuola

Succede a Sassano, dove il sindaco Tommaso Pellegrino è intervenuto personalmente dopo il furto di diversi computer collegati alle lavagne Lim

pellegrino tommaso

SASSANO. Computer rubati a scuola? Il sindaco li compra con una parte della sua indennità da primo cittadino. Succede a Sassano, dove il sindaco Tommaso Pellegrino è intervenuto personalmente dopo il furto di diversi computer collegati alle lavagne Lim dall’istituto primario di Silla.

Computer rubati a scuola, il sindaco li ricompra

Un episodio che aveva destato scalpore nella comunità locale oltre ad aver privato i piccoli alunni di strumenti indispensabili per poter svolgere le lezioni.

Il sindaco Pellegrino, che come il presidente del consiglio comunale da tempo ha deciso di rinunciare all’indennità per destinarla a scopi sociali, ha deciso di stanziare 700 euro così risparmiati per far fronte alla liquidazione di una fattura relativa all’acquisto di due computer da fornirsi alla scuola di Sassano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *