Sicignanese: in campo contro il razzismo

SICIGNANO. DEGLI ALBURNI. I giocatori della U.S. Sicignanese in campo contro il razzismo: hanno infatti giocato la’michevole contro la squadra formata dai giovani ospitati dal centro di accoglienza Park Hotel, in gran parte ragazzi provenienti dalla Libia e dalla Siria. La partita è stata giocata nello stadio comunale di Sicignano, terminata 1 a 4 per […]

SICIGNANO. DEGLI ALBURNI. I giocatori della U.S. Sicignanese in campo contro il razzismo: hanno infatti giocato la’michevole contro la squadra formata dai giovani ospitati dal centro di accoglienza Park Hotel, in gran parte ragazzi provenienti dalla Libia e dalla Siria.
La partita è stata giocata nello stadio comunale di Sicignano, terminata 1 a 4 per i ragazzi del centro di accoglienza.
Per il mister della U.S. Sicignano, Antonio Mandia, la partita è stata un “messaggio di pace e speranza”. Ma a Sicignano non ci si ferma certo qui: in cantiere ci sono nuove forme di ritrovo, svago e divertimento, tra i giovani del posto e gli immigrati in fuga dalla guerra. Un paese, insomma, che ha abbracciato in pieno la cultura dell’accoglienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *