Sequestro di 206 tonnellate di “oro rosso”: i complimenti di Carotenuto

L’operazione rappresenta un ulteriore tassello nella lotta all’illegalità in campo agroalimentare alla quale anche le organizzazioni stanno contribuendo

Passata-di-pomodoro

NAPOLI. Dopo il congresso regionale, il plauso della Flai Cgil Campania all’operazione delle forze dell’ordine in provincia di Salerno, che ha visto il sequestro di 206 tonnellate di passate di pomodoro. Alle 206 tonnellate di passata di pomodoro era stata infatti applicata l’allungamento della Shelf Life, ovvero la data di scadenza del prodotto.

“Il sequestro operato dal Reparto Carabinieri per la tutela agroalimentare di Salerno in un’azienda conserviera dell’Agro nocerino sarnese è la dimostrazione che in un settore “sano” dell’economia campana ci sono piccole sacche di illegalità che macchiano l’intero comparto”. A dirlo è il segretario regionale della Flai Cgil Campania, Giuseppe Carotenuto, commentando l’operazione delle forze dell’ordine che ha portato al sequestro di 206 tonnellate di passata di pomodoro alla quale era stata applicata l’allungamento della Shelf Life, ovvero la data di scadenza del prodotto.



“L’operazione delle forze dell’ordine, cui va il plauso della nostra categoria regionale – ha sottolineato Carotenuto – rappresenta un ulteriore tassello nella lotta all’illegalità in campo agroalimentare alla quale anche le organizzazioni sindacali stanno contribuendo da tempo, in stretta collaborazione con l’Ispettorato Interregionale del Lavoro”.

Durante l’ultima campagna di trasformazione del pomodoro, in sinergia con l’Ispettorato del Lavoro era stata avviata una campagna di prevenzione all’interno delle aziende, con la somministrazione di questionari conoscitivi e controlli a sorpresa che ha prodotto, nonostante il calo della produzione, all’incremento di 400 assunzioni stagionali rispetto al 2017. Una sinergia fondamentale come hanno ribadito il direttore dell’Ispettorato Interregionale del Lavoro, Renato Pingue e il direttore generale dell’Anicav, Giovanni De Angelis, intervenuti all’ottavo congresso della Flai Cgil Campania, che si è chiuso ieri a Salerno.

 

 

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *