Segregata e seviziata da un "santone", la vittima racconta i 4 anni di abusi

La vittima ha raccontato cosa ha subito durante i 4 anni di segregazione.

SALERNO. Segregata e seviziata per 4 lunghi anni, la vittima racconta davanti ai giudici i 4 anni di abusi vissuti per mano di un 58enne di Cava de’ Tirreni.

Secondo quanto riportato da Il Mattino l’uomo si era avvicinato alla vittima ed i familiari spacciandosi per “santone”, una persona che poteva “guarire” le due sorelle in questione che, secondo quanto lui diceva, erano “indemoniate”.

La famiglia, che negli anni passati era stata vittima di alcuni episodi di violenza ed abusi sessuali, ha quindi dato fiducia al 58enne il quale disse che avrebbe portato una delle due ragazze da una suora per farla “purificare”.  La ragazza, invece, scomparve, segregata dall’uomo che l’aveva legata ad un letto e vittima di ripetute percosse per ben 4 anni.

«Mi slegava una volta a settimana per lavarmi. Col passare del tempo mi ha concesso anche d’uscire di casa, ma solo in sua presenza. Più volte mi ha picchiata, ho perso tre denti a causa dei suoi schiaffi. Mi trattava come una schiava, non potevo alzare la testa né dire quello che pensavo ad altre persone. Dovevo parlare solamente in dialetto, addirittura mi ha imposto di usare un altro nome».

Il “santone” dovrà ora rispondere di lesione personale davanti al giudice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *