Scoperta l’emoglobina vegetale

Proviene dalla barbabietola, l’emoglobina vegetale. Una recente scoperta svedese, portata avanti dall’Università di Lund, mostra la presenza di una proteina simile all’emoglobina umana, seppur più “robusta”, all’interno della barbabietola da zucchero. Questo apre la via alla speranza della realizzazione di sangue artificiale contenente tale proteina vegetale che presenterebbe il 50-60% di somiglianza con l’emoglobina dell’Uomo. […]

Proviene dalla barbabietola, l’emoglobina vegetale.
Una recente scoperta svedese, portata avanti dall’Università di Lund, mostra la presenza di una proteina simile all’emoglobina umana, seppur più “robusta”, all’interno della barbabietola da zucchero. Questo apre la via alla speranza della realizzazione di sangue artificiale contenente tale proteina vegetale che presenterebbe il 50-60% di somiglianza con l’emoglobina dell’Uomo. Il ruolo dell’emoglobina, contenuta nei globuli rossi degli Esseri umani, è di trasportare l’ossigeno dal polmone ai tessuti, nutrendo, in questo modo, tutte le cellule dell’organismo. Possedendo, così, un ruolo protagonista per la sopravvivenza umana, la notizia ha suscitato molto scalpore ed entusiasmo tra chi già vede risolto il problema ospedaliero, che interessa tutto il mondo, della mancanza di sangue da utilizzare per le trasfusioni. I ricercatori sono molto fiduciosi sugli esiti della ricerca descrivendo il processo di estrazione della proteina molto simile a quello adoperato per lo zucchero, perciò agevole e facilmente praticabile. Sono già in corso test e studi per rendere la proteina verde compatibile con il sangue umano, anche se i ricercatori ammettono la necessità di almeno tre anni di sperimentazione su animali e tessuti umani prima di poter mettere in commercio il sangue artificiale con la “emoglobina vegetale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *