Scafati, Ppi e laboratorio analisi: avviati due nuovi ricorsi

SCAFATI. Rinviata al 30 ottobre prossimo l’udienza prevista per questa mattina dinanzi al Tar Campania per discutere del Ppi e del Laboratorio analisi. I due ricorsi proposti dal Comune di Scafati, difeso dall’avvocato Marcello Fortunato, rimandati ‘per motivi aggiunti’ a causa del nuovo provvedimento del D.g. dell’Asl di Salerno di settembre 2014 sulla riorganizzazione del […]

SCAFATI. Rinviata al 30 ottobre prossimo l’udienza prevista per questa mattina dinanzi al Tar Campania per discutere del Ppi e del Laboratorio analisi. I due ricorsi proposti dal Comune di Scafati, difeso dall’avvocato Marcello Fortunato, rimandati ‘per motivi aggiunti’ a causa del nuovo provvedimento del D.g. dell’Asl di Salerno di settembre 2014 sulla riorganizzazione del Ppi presso il P.o. di Scafati con il quale, è stata tra l’altro confermata la chiusura del Laboratorio il sabato e la domenica oltre che durante il periodo estivo.

Il consigliere delegato alla Sanità, avvocato Brigida Marra: «Gravi e palesi appaiono le difformità dell’istituito Ppi tra quanto contenuto nella delibera 707/2013 dall’Asl nel Piano per l’emergenza/urgenza ed il provvedimento ultimo da parte della stessa adottato circa una settimana fa. Le gravi difformità riscontrate, mutano la finalità dell’intervento, ovvero garantire la gestione delle urgenze in un territorio con una densità abitativa che ricade in un Distretto Sanitario di 95mila abitanti. È mortificante dover ricorrere ancora una volta alla giustizia per la tutela di un diritto sacrosanto ma, se questo è quello che il D.g. di Salerno ci costringe a fare è bene che sappia che, non siamo stanchi e andremo fino in fondo per restituire a Scafati, ad Angri e agli altri comuni compresi nel distretto e non, il diritto alla salute».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *