Salerno, al via la manifestazione “Progettare per tutti”

SALERNO. Partirà lunedì 13 ottobre alle 14,30 nel Salone dei Marmi di Palazzo di Città la manifestazione “Progettare per tutti”, organizzata dall’Ordine degli Architetti Pianificatori paesaggisti e Conservatori della provincia di Salerno. La rassegna, che durerà dal 13 al 15 ottobre, vedrà protagonisti architetti, ingegneri, esponenti del mondo delle imprese che si confronteranno sul tema […]

SALERNO. Partirà lunedì 13 ottobre alle 14,30 nel Salone dei Marmi di Palazzo di Città la manifestazione “Progettare per tutti”, organizzata dall’Ordine degli Architetti Pianificatori paesaggisti e Conservatori della provincia di Salerno. La rassegna, che durerà dal 13 al 15 ottobre, vedrà protagonisti architetti, ingegneri, esponenti del mondo delle imprese che si confronteranno sul tema della progettazione di opere pubbliche prive di barriere architettoniche. «Architettura per tutti vuol dire città capaci di accogliere anche quanti hanno mobilità ridotta garantendo l’accessibilità agli edifici pubblici, ai mezzi di trasporto, ai servizi per la ristorazione, all’utilizzo della viabilità pedonale». Con questa considerazione il presidente Maria Gabriella Alfano vuole accendere un potente riflettore sulla fondamentale questione dell’accessibilità delle opere da progettare, affinché esse siano veramente a misura di tutti. «Si tratta di andare oltre il dovuto rispetto delle norme di legge – sostiene il Presidente Alfano – per instillare nei progettisti, interpreti delle esigenze della collettività, la cultura di un’accessibilità a luoghi ed edifici possibile per tutti che deve diventare una regola comportamentale comune ad ogni ambito delle attività umane. Credo che il grado di civiltà di una città si misuri anche da questo. Una nuova e sensibilità che in primo luogo comprenda i problemi dei non udenti, dei non vedenti, di coloro che hanno mobilità ridotta, oggi spesso costretti ad un innaturale e intollerabile isolamento». Saranno presenti molte personalità di spessore dell’ambiente dell’architettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *