Salerno: sfonda la porta di ingresso ed il marito violento viene arrestato dalla polizia

Ieri, gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un uomo, A.L., salernitano 55enne, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia

polizia

SALERNO. Sfonda la porta di ingresso ed il marito violento viene arrestato dalla polizia. Nella serata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un uomo, A.L., salernitano 55enne, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia, lesioni nei confronti della moglie, nonché di violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale.

Arrestato marito violento

In particolare, i poliziotti sono intervenuti nella tarda serata di ieri per una violenta lite familiare segnalata al numero unico d’emergenza ‘112”, in un appartamento della zona orientale di Salerno.

I componenti la pattuglia della Sezione Volanti della Questura di Salerno, giunti immediatamente sul luogo, hanno trovato i coniugi che ancora litigavano animatamente in strada, accertando che A.L., poco prima, aveva sfondato la porta di ingresso dell’abitazione per entrare nell’appartamento ed aveva percosso la moglie.

Secondo numerose testimonianze, l’episodio di ieri sera sarebbe l’ultimo di una serie di episodi analoghi di violenza familiare.

La lite

Gli agenti della Polizia hanno provveduto a sedare la lite e, notando i segni di violenza al collo e al viso della donna, hanno immediatamente allertato i sanitari del 118 per far soccorrere la malcapitata, prestando assistenza, tramite ambulanza, anche al marito violento, in evidente stato di agitazione psicofisica.

Arrestato l’uomo

L’uomo, tuttavia, ha reagito violentemente e si è scagliato contro i poliziotti, che hanno nell’occasione riportato leggere contusioni e lo hanno bloccato definitivamente. bA.L., pertanto, è stato arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della moglie, nonché per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso il reparto detenuti dell’Ospedale di Salerno.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *