Salerno: San Matteo al Comune? L’accordo era solo per il 18 settembre

Sulla questione sollevata dal sindaco, il parroco del Duomo, Don Michele Pecoraro dice: "Qualche settimana fa sono stato al Comune per chiedere all’amministrazione di ripetere quell' evento"

alzata

SALERNO. Dopo la richiesta del sindaco Vincenzo Napoli al Vescovo Moretti di ripristinare l’ingresso della statua a Palazzo di Città durante la processione del 21 settembre, il programma della processione di San Matteo non cambia.

Sulla questione sollevata dal sindaco, il parroco del Duomo, Don Michele Pecoraro dice: «Qualche settimana fa sono stato al Comune per chiedere all’amministrazione di ripetere quel bell’evento dello scorso anno quando il simulacro di San Matteo è entrato in municipio e vi è rimasto per l’intera giornata, venerato da centinaia di salernitani. E per la verità ho riscontrato grande disponibilità, mi è stato detto subito di sì, direi con entusiasmo. Martedì 18, San Matteo sarà al Comune per ricevere l’abbraccio dei salernitani».

«Nel 2014 – dice ancora il sacerdote a Il Mattino – è stata presa una decisione. Che senso ha pensare sempre a quest’aspetto quando, invece, stiamo tenendo una serie di eventi di grande valore umano e spirituale? Stamattina  il braccio di San Matteo ha visitato la casa di riposto ‘Immacolata Concezione. Sarebbe bello che si parlasse di questo e non di due o tre metri in più da percorrere durante la processione. Molti di questi eventi, tra l’altro, li abbiamo organizzati anche grazie alla disponibilità del Comune»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *