Salerno, rapina ai danni di un rumeno. Deferiti due connazionale all’Autorità Giudiziaria

SALERNO. Sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Salerno due rumeni che si sono resi protagonisti di una rapina ai danni di un loro connazionale. Il fatto è accaduto ieri, nel corso di servizi per il controllo del territorio, svolti dalla Polizia di Stato e disposti dal Questore Alfredo Anzalone. I poliziotti della Sezione Volanti della […]

SALERNO. Sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Salerno due rumeni che si sono resi protagonisti di una rapina ai danni di un loro connazionale. Il fatto è accaduto ieri, nel corso di servizi per il controllo del territorio, svolti dalla Polizia di Stato e disposti dal Questore Alfredo Anzalone. I poliziotti della Sezione Volanti della Questura ha dunque deferito 4 persone ritenute responsabili di vari reati.
In particolare, l’equipaggio di una volante è intervenuto nel quartiere Torrione di Salerno, nei pressi del Forte La Carnale, dove era stata segnalata una rapina in danno di un cittadino di nazionalità rumena.
Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno accertato che la vittima del reato era stata picchiata con calci e pugni e rapinata da tre connazionali che erano poi fuggiti col bottino, circa 20 euro e telefono cellulare.
Le immediate ricerche dei rapinatori hanno consentito ad una volante della Polizia di bloccarne e identificarne due in Via Risorgimento a Salerno. Si tratta di due rumeni rispettivamente di 30 e 37 anni, già noti alle forze dell’ordine per alcuni precedenti.
I due stranieri sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per rapina. Sono in corso indagini per l’identificazione del terzo complice.
Nel corso dei servizi di controllo del territorio, inoltre, sono state denunciate altre due persone, un cittadino rumeno di 31 anni per inosservanza al Foglio di Via Obbligatorio già emesso dal Questore di Salerno con divieto di far ritorno a Salerno ed un cittadino salernitano di anni 29 per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *