Salerno, i giovani continuano ad emigrare

Una tendenza che si era già riscontrata negli anni passati e che ultimamente si è soltanto consolidata. Continuano ad emigrare i giovani salernitani

giovani emigrano migranti

Una tendenza che si era già riscontrata negli anni passati e che ultimamente si è soltanto consolidata. Continuano ad emigrare i giovani salernitani alla ricerca di condizioni di vita migliori. Una fuga dei cervelli che porta ad uno spopolamento delle aree interne e ad un conseguente invecchiamento della popolazione.

Il fenomeno riguarda in generale tutto il sud Italia e la Campania tutta in particolare, non soltanto il territorio di Salerno, precisazione doverosa. Con riferimento allo scorso anno, quindi 2017, sono state 7mila le persone che hanno lasciato la regione campana alla ricerca di un lavoro altrove, quindi di condizioni di vita più favorevoli. Si tratta soprattutto di giovani laureati che cercano opportunità di lavoro migliori rispetto a quelle del mezzogiorno o di pensionati che vengono attratti da un fisco più benevolo.

Tornando a focalizzarci sui dati di Salerno, quindi giovani che dalla nostra provincia emigrano, la questione era stata già portata alla luce nel 2016 evidenziando una fuga dei nostri concittadini soprattutto verso l’estero: l’identikit dell’emigrante salernitano è piuttosto vario in quanto non ci sono troppe distinzioni di età o di sesso. A partire sono soprattutto giovani nella fascia di età tra i 19 ed i 34, ma sono in crescita anche le generazioni over 40 ed over 50.

Quali sono le motivazioni che stanno spingendo questa dinamica? Alla base ce ne sono diverse ed alcune non differiscono poi di molto rispetto a quelle che si registrano in altre parti di Italia: ovvero andare alla ricerca di condizioni di vita migliori, soprattutto dal punto di vista lavorativo (giovani neo laureati) o fiscale (pensionati soprattutto). Un’altra tendenza che influisce rispetto al passato su questa dinamica è la maggiore facilità di spostarsi, soprattutto con riferimento verso mete da sempre battute dall’emigrazione italiana quale gli Usa. Oggi andare negli Stati Uniti è più semplice grazie a strumenti come il visto Esta (chiamato da tutti così, ma l’ESTA è un’autorizzazione elettronica molto più veloce ed economica del visto turistico): finiti i tempi della famigerata valigia di cartone e delle traversate oceaniche infinite, oggi dall’Italia si può volare negli Usa senza spendere troppo e con qualche ora di viaggio.

La novità parlando di motivazioni che spingono a recarsi all’estero è data dall’irruzione dei giovanissimi, coloro i quali vanno via da Salerno e in generale dal meridione per andare a studiare fuori. Le motivazioni sono da ricercarsi nella maggiore qualità offerta dalle università estere rispetto a molte del nostro paese.

Ed ecco allora che rispetto al passato la novità sostanziale riguarda le motivazioni che spingono i cittadini, di Salerno o italiani in genere, ad emigrare; ogni fascia di età è degnamente rappresentata, dai giovanissimi studenti a chi si è appena laureato e cerca un’occupazione dignitosa; da chi ha magari perso il lavoro e vuole cogliere le maggiori opportunità all’estero passando per chi invece è in pensione e vuole approfittare di un fisco più amico e meno tiranno di quello italiano.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *