Salernitana, Menichini: «In campo senza presunzione, dovremo fare gara gagliarda e di ritmo»

Terza partita in sette giorni per la Salernitana. Obiettivo chiudere questo trittico di partite nel migliore dei modi, cioè vincendo. Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo il Melfi che arriva a Salerno da due sconfitte ma Menichini, nella conferenza stampa pre-partita, non si fida e dice: «Rispettiamo l’avversario, ha entusiasmo anche […]

Terza partita in sette giorni per la Salernitana. Obiettivo chiudere questo trittico di partite nel migliore dei modi, cioè vincendo. Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo il Melfi che arriva a Salerno da due sconfitte ma Menichini, nella conferenza stampa pre-partita, non si fida e dice: «Rispettiamo l’avversario, ha entusiasmo anche se vengono da due sconfitte, anzi a maggior ragione vorranno fare bella figura. Dobbiamo essere pronti a fare una partita gagliarda e di ritmo, non è mai facile fare la terza partita in una settimana in casa, dobbiamo avere pazienza. Il Melfi ha un buon collettivo, sono una squadra che lotta per un altro tipo di campionato, però pronta a fare scherzi a tutti».

Salernitana che arriva a questo match reduce da quattro successi consecutivi: «I risultati aiutano a lavorare meglio, in un clima sereno e più produttivo. Ci sono un po’ di difficoltà, alcuni infortuni che non mi permettono di far girare tutta la rosa, ma chi andrà in campo saprà farsi valere, fermo restando che vorrei avere tutti a disposizione per giocarmi al meglio le carte».

Oltre a Franco, Mendicino e Gabionetta, non sarà della partita anche Tuia: «Tuia ha accusato un problema stranissimo, una sorta di leggera contrattura al costato. Facendo una torsione ha sentito dolore, per il momento è bloccato e continua a far cure, è un tipo di infortunio un po’ subdolo». Arruolabile e arruolato, invece, Pezzella: «Stamattina si è allenato bene, ho parlato con lui e non ha risentito di niente, può giocare sia dall’inizio che a gara in corso. E’ un giocatore a disposizione».

Qualcuno domani potrebbe rifiatare a beneficio di altri: «Sto valutando tutte le possibili situazioni per capire chi sta meglio dal punto di vista psicofisico. Ci potrà essere qualche rotazione, ma mi riservo fino all’ultimo le mie decisioni. L’importante è avere sempre rispetto dei nostri avversari».

Dal 4-3-3 iniziale, si è passati al 4-2-3-1: «Analizzando queste cinque partite non si può non notare la grandissima quantità di palle gol chw abbiamo prodotto. Con questo nuovo atteggiamento abbiamo trovato maggiore equilibrio, ma dobbiamo essere comunque pronti ad adattarci a tutte le situazioni. Dobbiamo migliorare ancora nella nella tenuta difensiva perché la storia dice che i campionati si vincono da sempre con le migliori difese».

Menichini è arrivato a Salerno da poco più d’un mese e spiega cosa è cambiato dal primo giorno: «Adesso il gruppo è più convinto. Ci conosciamo meglio e i ragazzi si sono calati nello spirito della categoria. Sanno di avere delle ottime qualità tecniche che, se unite all’umiltà e alla capacità di soffrire, possono portare ad ottimi risultati. Siamo molto contenti di quanto fatto finora, ma siamo pienamente consapevoli di essere appena alla quinta giornata. Sappiamo benissimo che il campionato si deciderà nell’ultimo mese e speriamo di rimanere in alto il più a lungo possibile».

Infine, il tecnico granata sul pubblico: «Mi fa piacere constatare che sia tornato l’entusiasmo nei confronti di questa squadra. Spero che domani ci sia il pubblico delle grandi occasioni perché i tifosi possono davvero fare la differenza».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *