Salernitana, l’ex Foggia spiega il perché dell’addio

Doveva essere il leader della Salernitana dello scorso anno ed invece la sua esperienza a Salerno è stata piuttosto altalenante con molti bassi e pochi alti. Presentato in pompa magna in conferenza stampa, nell’immaginario di tutti Pasquale Foggia doveva rappresentare colui che avrebbe portato i granata in serie B. Partito in questa stagione in ritiro […]

Doveva essere il leader della Salernitana dello scorso anno ed invece la sua esperienza a Salerno è stata piuttosto altalenante con molti bassi e pochi alti. Presentato in pompa magna in conferenza stampa, nell’immaginario di tutti Pasquale Foggia doveva rappresentare colui che avrebbe portato i granata in serie B. Partito in questa stagione in ritiro con i compagni, l’ex Lazio il 15 agosto ha poi rescisso il contratto che lo legava alla Salernitana. A distanza di quel giorno, Foggia ai microfoni di ‘Radio IES’ ha spiegato i motivi della sua scelta: «Ho rescisso il mio contratto a Salerno poco tempo fa ed ora sto aspettando la proposta giusta. Non ho preso questa decisione di comune accordo con la società perché stufo di giocare, ma semplicemente per esigenze familiari». Chi metteva in discussione il suo rapporto con il co-patron granata Lotito, il giocatore risponde: «Ci tengo a precisare che non c’è stato alcun problema con il presidente Lotito. Nonostante si possa pensare il contrario, mi sono lasciato benissimo con il presidente. Ci sentiamo spesso ancora oggi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *