Sale il gettito fiscale: nel 2017 +1,4% rispetto ad un anno prima

Secondo i dati del Ministero dell’Economia e delle Finanze, nei primi 8 mesi del 2017 il gettito è aumentato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso

Sale il gettito fiscale: nel 2017 +1,4% rispetto ad un anno prima

 

SALERNO. Secondo i dati forniti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze lo scorso 5 ottobre, nei primi 8 mesi del 2017 il gettito fiscale è aumentato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Da gennaio ad agosto di quest’anno, le entrate tributarie hanno portato nelle casse dell’Erario qualcosa come 287,05 miliardi di euro, segnando un +1,4% rispetto allo stesso periodo del 2016. Sul dato ha avuto un effetto importante anche il canone Rai inserito nella bolletta dell’energia elettrica con un’apposita legge voluta dal governo Renzi. Senza gli effetti del canone in bolletta, l’aumento del gettito sarebbe dell’1% anziché dell’1,4%.

Le imposte dirette registrano un gettito complessivo di 155.470 milioni di euro, con un aumento di 552 milioni di euro rispetto ai primi otto mesi del 2016, ovvero +0,4%. Le entrate IRPEF ammontano a 120.093 milioni di euro, con un +1,5% rispetto ad un anno prima. Il gettito delle imposte indirette ammonta a 131.575 milioni di euro, con un +2,7%, ossia +3.416 milioni di euro rispetto al periodo gennaio-agosto 2017. Le entrate IVA toccano quota 79.430 milioni di euro, in aumento di 2.468 milioni, ovvero +3,2%.

 

Gettito giochi: nei primi 8 mesi del 2017 incassati oltre 9 miliardi di euro

 

Tra i dati specifici di cui riferisce il Ministero, emerge anche il dato relativo al gettito dei giochi, che nei primi 8 mesi del 2017 è stato di 9,33 miliardi di euro, ma in calo di 101 milioni di euro su base annua.

Entrando maggiormente nello specifico di questo settore, da gennaio ad agosto del 2017 il lotto ha portato nelle casse dell’Erario 4,91 miliardi di euro, contro i 5,25 miliardi dei primi otto mesi del 2016, una flessione del 6,3%. Le entrate delle attività di gioco, hanno registrato un -4%, ossia 166 milioni di euro contro i 173 milioni dell’anno precedente. Gli apparecchi da gioco, hanno avuto un gettito di 3,85 miliardi di euro nei primi otto mesi del 2017, con un aumento del 6,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando il gettito era stato di 3,61 miliardi.

 

I dettagli degli ultimi mesi

 

Restringendo il campo ai soli dati registrati ad agosto, i ricavi del lotto scendono del 6,4%, con 642 milioni di euro (691 milioni ad agosto 2016). I ricavi delle attività di gioco sono comunque aumentati, passando da 21 a 22 milioni di euro (+4,8%), con gli apparecchi da gioco che hanno generato 500 milioni di euro, ovvero il 3,1% in più rispetto ai 485 milioni dell’agosto 2016.

Quanto agli incassi, il lotto scende nei primi otto mesi del 2017 da 1,06 miliardi a 911 milioni di euro, con una flessione del 13,8% rispetto all’anno prima. Gli incassi dalle attività di gioco calano del 4%, passando da 172 a 166 milioni di euro, mentre gli apparecchi da gioco hanno generato 3,85 miliardi, +6,8% rispetto ai 3,6 miliardi dei primi 8 mesi del 2016.

Nel solo mese di agosto 2017 sono letteralmente crollati gli incassi dal lotto, con un calo del 66,5%: 56 milioni di euro, contro 167 milioni di un anno prima. Le attività di gioco hanno incassato 22 milioni di euro (+4,8%) e gli apparecchi di gioco hanno registrato un +6,8%, passando da 678 a 724 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *