Sala Consilina: chiusura Inps? Il no di Cgil, Cisl e Uil

SALA CONSILINA. Sull’ipotesi di chiusura dell’ufficio dell’Inps di Sala Consilina, intervengono i segretari provinciali dei sindacati Cgil, Cisl e Uil. In un comunicato condiviso le tre sigle “ribadiscono il principio di netta contrarietà ad ipotesi di smantellamento di servizi sul territorio provinciale «Di fronte ad una crisi economica che quotidianamente fa crescere il disagio economico […]

SALA CONSILINA. Sull’ipotesi di chiusura dell’ufficio dell’Inps di Sala Consilina, intervengono i segretari provinciali dei sindacati Cgil, Cisl e Uil.
In un comunicato condiviso le tre sigle “ribadiscono il principio di netta contrarietà ad ipotesi di smantellamento di servizi sul territorio provinciale
«Di fronte ad una crisi economica che quotidianamente fa crescere il disagio economico di imprese, cittadini e pensionati – spiegano Maria Di Serio per la Cgil, Matteo Buono per la Cisl e Gerardo Pirone per la Uil – questa area del territorio non può e non deve rinunciare ad un presidio che eroga servizi e prestazioni, anche di carattere sociale, della massima importanza».
I tre sindacati invitano ancora alla discussione, al confronto, pur di scongiurare la chiusura di questo o di altri servizi al territorio in nome della revisione della spesa. «Le Organizzazioni Sindacali – continuano nella nota stampa – intendono valutare proposte di merito che salvaguardino il diritto a ricevere servizi efficienti e di qualità, nonché capaci di ridurre e/o abbattere costi palesemente inappropriati. Rivolgono, fin da adesso, ai Sindaci dell’Area del Vallo di Diano un accorato appello a che il territorio di riferimento non subisca pesanti ulteriori mutilazioni in ordine alla presenza degli Uffici Pubblici, così purtroppo come già è avvenuto per il locale Tribunale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *