Radiologo trovato morto nel bagno dell’ospedale, il referto del medico legale

Morte naturale indotta: questo dice il referto del medico legale incaricato dell’esame esterno della salma di A. E.

RAVELLO. Morte naturale indotta: questo dice il referto del medico legale incaricato dell’esame esterno della salma di A. E., il tecnico di radiologia il cui corpo senza vita è stato trovato ieri pomeriggio all’interno dei bagni del personale del presidio ospedaliero di Castiglione.

Lo scrive il sito IlVescovado.it

E’ stato accertato, infatti, che il decesso sia stato dovuto a un arresto cardiocircolatorio, presumibilmente dall’uso eccessivo di farmaci.

La tragedia

L’uomo, 61enne di Cava de’ Tirreni, sposato e padre di due figli, presentava una ferita alla fronte, riverso in una pozza di sangue. L’urto è avvenuto dopo la perdita dei sensi. Chiarite le cause del decesso, il magistrato di turno, Marinella Guglielmotti, non ha ritenuto ulteriori accertamenti e per questo ieri sera la salma è stata consegnata ai familiari. Si attende di conoscere la data dei funerali.

Sotto choc il personale medico e paramedico del piccolo nosocomio costiero per la drammatica perdita dell’amico e collega, ben voluto qui a Castiglione.

A.E., da circa due mesi si presentava visibilmente provato per la prematura scomparsa di una persona cara. Ma questo non ha mai mutato il suo essere di professionista, persona gentile e sempre disponibile verso gli altri. Un vero gentiluomo racconta chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

Il dolore dei colleghi

«Con gli anni di lavoro si diventa come una famiglia, e tu non potevi non esserlo con la tua bontà e noi lo eravamo per te. Nessuno può negare la tua super disponibilità e garbatezza. Ciao Amico Angelo, la radiologia di Castiglione eri Tu». Questo il messaggio postato su facebook da una collega del Costa d’Amalfi.

 

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *