Processo ai parcheggiatori abusivi di Salerno: teste conferma le minacce

Una teste del processo ai parcheggiatori abusivi di Salerno conferma le minacce e le estorsioni. La titolare del distributore di via Allende non ritratta.

parcheggiatori abusivi

SALERNO. Una teste del processo ai parcheggiatori abusivi di Salerno conferma le minacce e le estorsioni subite. La titolare del distributore di carburante di via Allende non ritratta.

Minacce ed estorsioni confermate, la teste non ritratta sui parcheggiatori abusivi di Salerno

Come riporta il quotidiano La Città, la donna ha raccontato ai giudici di essere stata anche presa in giro dagli stessi abusivi, dopo aver allertato le forze dell’ordine a causa dell’ennesimo episodio estorsivo.

Costretta a chiudersi nel gabbiotto della sua area di servizio, di fatto assisteva inerme all’attività degli accusati, che gestivano comodamente la sosta delle auto proprio all’interno del distributore di benzina di via Allende.

In altre udienze dello stesso processo, alcuni testimoni avevano ritrattato le accuse precedentemente formalizzate con dichiarazioni rese alle forze dell’ordine. Il processo vede imputate 37 persone, per oltre 100 episodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *