A Pontecagnano si parla di “Cittadini, istituzioni e partecipazione”

PONTECAGNANO FAIANO. Incrementare l’inclusione sociale dei giovani con minori opportunità legate all’inserimento nel mondo del lavoro, garantendo l’accessibilità a momenti di formazione personale, culturale e lavorativa. È l’obiettivo del progetto “Cip – Cittadini, istituzioni e partecipazione” promosso dal Comune di Pontecagnano Faiano, su impulso del sindaco Ernesto Sica e dell’assessore alle Politiche giovanili Francesco Pastore, […]

PONTECAGNANO FAIANO. Incrementare l’inclusione sociale dei giovani con minori opportunità legate all’inserimento nel mondo del lavoro, garantendo l’accessibilità a momenti di formazione personale, culturale e lavorativa.
È l’obiettivo del progetto “Cip – Cittadini, istituzioni e partecipazione” promosso dal Comune di Pontecagnano Faiano, su impulso del sindaco Ernesto Sica e dell’assessore alle Politiche giovanili Francesco Pastore, di concerto con l’Agenzia nazionale per i giovani e in collaborazione con Amesci. Il piano, già approvato con deliberazione di Giunta Municipale n. 91 del 26.04.2013 e finanziato a valere sui fondi del Programma comunitario Gioventù in azione, prenderà il via ufficialmente a Pontecagnano Faiano con quattro workshop tematici.
Il programma degli incontri, che si terranno presso l’Hotel Carosello di via Vespucci dalle ore 15 alle 19, è il seguente:
– 28/11 Partecipazione ed inclusione;
– 29/11 Cittadinanza attiva e democrazia partecipata;
– 01/12 Formazione e occupabilità;
– 02/12 Cultura e spirito d’iniziativa.
A tal proposito Amesci attiverà azioni di dialogo strutturato basate sul net-sourcing locale. Verrà azionato un confronto tra ragazzi e ragazze con le istituzioni e le associazioni locali per la realizzazione di una progettazione partecipata, al fine di creare le premesse per la realizzazione di corsi di formazione creati dai giovani per i giovani con minori opportunità e di poter avanzare proposte concrete anche a costo zero sul territorio, con l’ausilio delle istituzioni coinvolte. I risultati ottenuti saranno condivisi durante un seminario finale, della durata di tre giorni, che si svolgerà dal 10 al 12 dicembre, durante il quale verranno implementate discussioni, tavole rotonde, basate sulla priorità della cittadinanza attiva e della realizzazione di attività utili alla propria comunità, nell’ottica di mettere a disposizione di altri giovani la propria competenza acquisita con le esperienze personali. Output del seminario, che costituirà un momento di progettazione partecipata, sarà un piano condiviso, creato dai giovani con il supporto delle istituzioni, per perseguire le priorità annuali della cittadinanza europea e dell’inclusione dei giovani con minori opportunità garantendo nuovi sbocchi in più ambiti nell’ottica dell’educazione non formale e informale, finalizzata al miglioramento delle condizioni sociali, culturali e lavorative dei giovani.

«La nostra Città – afferma il Primo Cittadino Ernesto Sica – si conferma particolarmente attiva in ambito giovanile e l’avvio ufficiale del progetto Cip, già finanziato a valere sui fondi comunitari, è testimonianza di un impegno concreto da parte dell’Amministrazione comunale».
«Grazie a una programmazione costante da parte dell’Ente – dichiara l’Assessore Pastore – siamo in grado di garantire e recepire sempre nuove e importanti opportunità di crescita e confronto sul nostro territorio, come il progetto in questione testimonia. Concretizzeremo, in tal senso, ulteriori attività finalizzate a una partecipazione sempre più intensa e attiva da parte dei giovani con particolare riferimento alla loro interazione con le istituzioni, alla loro formazione e allo sviluppo occupazionale».

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *