Pontecagnano Faiano, cambia la raccolta differenziata: tutte le informazioni

Modifiche nel calendario e nella modalità di conferimento dei rifiuti nella raccolta differenziata: qui di seguito tutti i dettagli

PONTECAGNANO FAIANO. Il Sindaco Giuseppe Lanzara ha emesso, in data odierna, un’ordinanza (n. 25 del 16/07/2018), con decorrenza dal 18 luglio al 15 settembre 2018, nella quale  viene specificato che:

i rifiuti della frazione secca/indifferenziata devono essere posizionati a terra, sulla civica strada, in prossimità del proprio numero civico, senza intralciare il normale deflusso pedonale ed esclusivamente e tassativamente dalle ore 20,00 alle ore 24,00 nel solo giorno del lunedì;

i rifiuti di cui sopra devono essere tassativamente conferiti in buste trasparenti.

L’ordinanza

Restano esclusi dalla modifica gli stabilimenti balneari e commerciali siti sulla fascia costiera, per i quali resta vigente il precedente dispositivo dei giorni lunedì e giovedì.

Nel documento si legge inoltre che, con decorrenza dal 18 luglio al 26 agosto 2018:

i rifiuti della frazione umido/organico devono essere posizionati nelle biopattumiere e nei bidoni  carrellati, senza intralciare il normale deflusso pedonale ed esclusivamente e tassativamente dalle ore 20,00 alle ore 24,00 nei soli giorni di martedì, giovedì e domenica.

Il commento del sindaco

Sul tema dei rifiuti, in stato emergenziale in queste ore, il Primo Cittadino ha aggiunto: “La situazione è evidentemente complessa ed una pronta risoluzione è in capo ai miei impegni istituzionali. Dal primo giorno di insediamento presso questo ente, infatti, mi sono adoperato, con sopralluoghi nelle aree maggiormente coinvolte e con  incontri con gli organi di competenza, per ridurre ai minimi termini i disagi e le conseguenze di questo disastro. Invito, tuttavia, la cittadinanza a collaborare fattivamente per ripristinare uno stato di decoro e di dignità in questa città. Nel contempo assicuro loro il massimo impegno anche nelle ore a venire e confido in risposte efficienti e condivise a tutti i livelli, in un’ottica di collaborazione  fra gli organi interessati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *