Pollica: tartarughe caretta reimmesse in mare. Al via progetto di monitoraggio

POLLICA. Grande cerimonia per la reimmissione in acqua di dieci esemplari adulti di tartarughe caretta caretta sulla spiaggia di Acciaroli. Fra loro, due sono state dotate di ricetrasmittenti satellitari che permetteranno di raccogliere preziosi dati sui loro spostamenti. È solo la riconferma del forte rispetto e della protezione che il Cilento cerca di riservare a […]

POLLICA. Grande cerimonia per la reimmissione in acqua di dieci esemplari adulti di tartarughe caretta caretta sulla spiaggia di Acciaroli. Fra loro, due sono state dotate di ricetrasmittenti satellitari che permetteranno di raccogliere preziosi dati sui loro spostamenti.
È solo la riconferma del forte rispetto e della protezione che il Cilento cerca di riservare a queste testuggini marine che cominciano a premiare gli sforzi fatti finora: è di qualche giorno fa la notizia della nascita di un centinaio di piccole tartarughine dopo due mesi di incubazione sotto la sabbia cilentana e di amorevoli controlli da parte della Stazione Zoologica Anton Dohrn e di Legambiente.
A fare gli onori di casa il sindaco Stefano Pisani; presenti poi il presidente del Parco Nazionale di Cilento, Diano e Alburni Amilcare Troiano, il presidente della Stazione Zoologica “Anton Dohrn” di Napoli Roberto Danovaro; sono intervenuti anche Sandra Hochscheid che è responsabile del centro recupero Anton Dohrn, Antonio Carmine Esposito referente biodiversità della Regione Campania. E ancora, sono intervenuti Luigi Valiante direttore del Museo del Mare di Pioppi, Antonio Nicoletti responsabile nazionale di Legambiente per le aree protette e la biodiversità, Rosario Florio comandante della Capitaneria di Porto di Agropoli, Michele Buonomo presidente di Legambiente Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *