Plastica alle zone intime finita male, ragazza mutilata: assolti i medici

La sentenza è stata emessa dalla prima sezione penale del Tribunale di Salerno dove si sta celebrando il processo per un intervento estetico alla vagina

BATTIPAGLIA. È stata disposta l’assoluzione per le accuse di omissione di atti d’ufficio nei confronti del direttore sanitario di una clinica privata battipagliese, Rinaldo Trotta, l’anestesista Raffaele D’Amato e il chirurgo Carmine Martino.

Plastica alle zone intime finita male: i dettagli

La sentenza è stata emessa dalla prima sezione penale del Tribunale di Salerno dove si sta celebrando il processo per un intervento estetico alla vagina.

Il processo

Il processo, secondo quanto riporta Il Mattino, però continuerà solo per il chirurgo estetico Martino accusato anche di lesioni e truffa perché l’intervento, che avrebbe dovuto asportare il tessuto in eccesso delle grandi labbra delle vulva, non sarebbe riuscito causando – secondo le accuse – gravi lesioni personali alla paziente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *