Il pistolero dell’Agro sparò contro cose e persone: patteggia la condanna

Il "pistolero" potrebbe finire in una struttura psichiatrica. Era il 21 maggio quando Criscuolo sparò diversi colpi davanti ad un bar

luca criscuolo

NOCERA INFERIORE. Luca Criscuolo, 27enne di Nocera Inferiore, accusato di tentato duplice omicidio, danneggiamento e possesso illegale di un’arma da fuoco in luogo pubblico ieri ha patteggiato: per lui cinque anni di reclusione.

Cinque anni di carcere per il pistolero Luca Criscuolo

Il ragazzo sparò per almeno tre giorni contro cose e persone con una Glock 9×21, spostandosi da Cava de’ Tirreni fino ad alcune zone dell’Agro Nocerino. Durante la sua furia, ferì una ragazza 21enne ed un pensionato davanti ad un bar. Questo senza un apparente motivo.

La richiesta della difesa, rappresentata dall’avvocato Andrea Vagito, è stata accolta dal gip del tribunale di Nocera Inferiore, Gustavo Danise, come riporta il quotidiano “Il Mattino”.

Il “pistolero” potrebbe finire in una struttura psichiatrica. Era il 21 maggio quando Criscuolo sottrasse dalla cassaforte la pistola del fratello e salì in auto con il cane fino a Cava de’ Tirreni, dove iniziò a sparare dei colpi davanti ad un bar. Vittime dell’attacco un 66enne e una giovane 21enne, che adesso vive con un proiettile nel bacino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *