Picentini, spunta un wc in mezzo al bosco: è corsa alla foto

Quando si decide di passare qualche ora passeggiando in un bosco difficilmente ci si aspetta di trovare un wc piazzato lì chissà da quanto tempo

Quando si decide di passare qualche ora passeggiando per i boschi, tra castagni, querce e faggi, immersi nella natura più o meno incontaminata, difficilmente ci si aspetta di trovare  capolavori dell’ingegno umano.

Tra Montecorvino Rovella e Acerno, alla ricerca di qualche buon porcino e qualche ovulo (da mangiare rigorosamente crudo!), ad un certo punto è apparso, triste e abbandonato lungo un sentiero sterrato, un wc, un “cesso” per i politicamente scorretti.



Di buona fattura, apparentemente comodo anche per persone dal fisico più strutturato, si erge maestoso in una radura, circondato da felci. Durante il primo pomeriggio, con la luce giusta, offre ai viandanti il suo aspetto migliore. Non sappiamo chi abbia avuto l’idea beffarda di abbandonarlo lì, in solitudine, senza il conforto di essere utilizzato per i suoi nobilissimi scopi.

Magari si tratta d’un artista contemporaneo, e mentre a Londra e a New York certe istallazioni finiscono nei musei più cool, noi italiani preferiamo condividere l’arte senza fini di lucro, ma solo per infinito amore del Bello.

Rosario Morretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *