Piazza della Libertà: nuovo filone d’inchiesta alla ricerca di 8 milioni di euro

SALERNO. Si apre un nuovo filone d’indagine sulla costruzione di Piazza della Libertà a Salerno. Si tratta della terza indagine dopo quella seguita al crollo e quella sullo smaltimento illecito dei rifiuti. Questa volta sotto la lente d’ingrandimento delle indagini c’è la variante al progetto che l’amministrazione del Comune di Salerno ha approvato nel febbraio […]

SALERNO. Si apre un nuovo filone d’indagine sulla costruzione di Piazza della Libertà a Salerno.
Si tratta della terza indagine dopo quella seguita al crollo e quella sullo smaltimento illecito dei rifiuti. Questa volta sotto la lente d’ingrandimento delle indagini c’è la variante al progetto che l’amministrazione del Comune di Salerno ha approvato nel febbraio del 2011 e che vale circa 8 milioni di euro.
La variante al progetto sarebbe stata necessaria dopo la scoperta di acqua nel sottosuolo della piazza: è il torrente Fusandola che scorre nel sottosuolo e sfocia in mare proprio di fronte alla piazza della Libertà.
Indagati a vario titolo per falso in atto pubblico, turbativa d’asta e peculato sono 22 persone, tra cui il sindaco De Luca, il vice Eva Avossa, assessori, tecnici e costruttori vari.
Di quegli otto milioni previsti dalla variante al progetto non c’è più traccia, ma la variante stessa non è stata attuata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *