Perseguitava l’ex: divieto di avvicinamento per una 27enne

Divieto di avvicinamento per una 27enne nei confronti dell'ex perché lo perseguitava con pedinamenti notturni e violenze fisiche

persecuzione

SALA CONSILINA. A una 27enne di origini rumene è stato imposto il divieto di avvicinamento nei confronti dell’ex perché lo perseguitava con pedinamenti notturni e violenze fisiche.

Non accettava la fine della storia con l’ex: 27enne nei guai per atti persecutori

Una ragazza di origini rumene è stata sottoposta al divieto di avvicinamento nei confronti dell’ex compagno a causa di ripetuti atti persecutori: è successo a Sala Consilina.

Come riportato dal quotidiano “La Città”, il gip del Tribunale di Lagonegro ha emesso misura cautelare nei confronti della giovane rumena, 27 anni, rea di aver danneggiato in più occasioni l’automobile dell’ex per via della loro relazione ormai finita e che il ragazzo non ha mai voluto risanare.

Di conseguenza, dal mese di giugno si sono susseguiti numerosi episodi di violenza e la donna ha sfogato tutta la sua rabbia prima bersagliando l’auto con sassate poi pedinando di notte l’ex fino a penetrare in casa sua e arrivare alle mani. Arrivato ormai allo stremo, l’uomo ha deciso di denunciare la sua stalker ora sottoposta al divieto di avvicinamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *