Palinuro, gli immigrati chiedono la cittadinanza italiana

PALINURO. Ancora proteste nel centro di accoglienza della Caritas a Palinuro. La contestazione scaturisce dal fatto che gli immigrati rivendicano il rilascio della carta d’identità, per diventare a tutti gli effetti cittadini italiani, e lo status di rifugiati politici. Nella giornata di ieri sono scesi in strada intorno alle 10.30 e hanno bloccato il traffico. […]

PALINURO. Ancora proteste nel centro di accoglienza della Caritas a Palinuro. La contestazione scaturisce dal fatto che gli immigrati rivendicano il rilascio della carta d’identità, per diventare a tutti gli effetti cittadini italiani, e lo status di rifugiati politici. Nella giornata di ieri sono scesi in strada intorno alle 10.30 e hanno bloccato il traffico. La manifestazione era partita pacificamente, poi un gruppo di violenti ha cominciato ad inveire contro le forze dell’ordine giunte sul posto. Una prima rivolta era avvenuta lo scorso 30 aprile, l’appello fu fatto alla presenza del capitano dei carabinieri di Sapri, Emanuele Tamorri, e don Vincenzo Federico, direttore della Caritas della diocesi di Teggiano-Policastro. La situazione non sembra essersi ristabilita, si prospettano nuove proteste.
Gli immigrati sono ospitati dalla Caritas all’hotel Oasi, che garantisce a tutti il vitto e alloggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *