Pagani, D’Onofrio risponde alle accuse di estorsione: «Solo falsità»

PAGANI. Massimo D’Onofrio, ex vicesindaco di Pagani, già consigliere e assessore provinciale, ha risposto alle accuse di estorsione rivoltegli dall’imprenditore paganese Alfonso Persico denunciando quest’ultimo per calunnia. Ha dichiarato, inoltre, di essere intenzionato a prendere le medesime misure anche nei confronti di altri pentiti che, in passato, l’hanno diffamato. Persico, infatti, è attualmente coinvolto nel […]

PAGANI. Massimo D’Onofrio, ex vicesindaco di Pagani, già consigliere e assessore provinciale, ha risposto alle accuse di estorsione rivoltegli dall’imprenditore paganese Alfonso Persico denunciando quest’ultimo per calunnia. Ha dichiarato, inoltre, di essere intenzionato a prendere le medesime misure anche nei confronti di altri pentiti che, in passato, l’hanno diffamato. Persico, infatti, è attualmente coinvolto nel processo Linea d’ombra in qualità di pentito. Nell’esposto presentato, l’ex vicesindaco sostiene di non conoscere l’uomo, di non comprendere le ragioni di tale accuse e di essere predisposto a qualsiasi chiarimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *