Pagani: assegnate le somme per lavoro straordinario alla Polizia Locale

La Giunta Comunale di Pagani ha approvato l'assegnazione delle somme destinate al settore della Polizia Locale: in arriva oltre 6 mila euro

comune-di-pagani-2

PAGANI. Su richiesta del Comandante del Settore Polizia Locale, la Giunta Comunale di Pagani ha approvato l’assegnazione delle somme destinate al settore della Polizia Locale.

Polizia Locale Pagani: in arrivo oltre 6mila euro al settore della Polizia Locale per lavoro straordinario

La Giunta Comunale di Pagani, guidata dal sindaco Salvatore Bottone, ha approvato l’assegnazione delle somme destinate al settore della Polizia Locale per lavoro straordinario. Con delibera 161 del 30 novembre 2018, l’Amministrazione Comunale di Palazzo San Carlo da il via libera all’ assegnazione di 6.367,45 euro alla Polizia Locale per lavoro straordinario da svolgere durante la kermesse natalizia. Inoltre, si autorizza a utilizzare 2 mila e 363 euro per il Settore Servizi Pianificazione Lavoro Pubblici e poco più di 4 mila euro per Servizi Edilizia Privata SUAP, per un importo totale di 6 mila e 367 euro.

“Le prestazioni di lavoro straordinario – precisa la delibera – sono finalizzate a fronteggiare situazioni di lavoro eccezionali e, pertanto, non possono essere utilizzate come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro e di copertura dell’orario e, che le stesse devono essere preventivamente autorizzate dal Responsabile del Servizio sulla base delle esigenze organizzative e di servizio, individuate dall’Ente, rimanendo esclusa ogni forma generalizzata di autorizzazione per ottemperare al servizio di vigilanza”

La delibera inoltre arriva su richiesta del Comandante del Settore della Polizia Locale, il quale aveva in passato evidenziato la mancanza di risorse disponibili per garantire la sicurezza stradale e la buona riuscita delle manifestazioni inserite nel programma natalizio. Per questo motivo è stata fatta richiesta di incrementare la quota di straordinario stanzia in un’altra delibera approvato lo scorso 15 marzo.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *