Ospedale di Nocera, simula rapina alla vigilia della pensione

NOCERA INFERIORE. Dopo anni trascorsi allo sportello dell’ufficio ticket dell’ospedale di Nocera “Umberto I”, un dipendente, a un giorno dalla pensione, simula una rapina, dicendo di essere stato aggredito dai ladri. In questo modo, l’uomo intasca 18.000 euro, la somma incassata per i ticket e che avrebbe dovuto depositare in banca. Imputato per peculato e […]

banca

NOCERA INFERIORE. Dopo anni trascorsi allo sportello dell’ufficio ticket dell’ospedale di Nocera “Umberto I”, un dipendente, a un giorno dalla pensione, simula una rapina, dicendo di essere stato aggredito dai ladri. In questo modo, l’uomo intasca 18.000 euro, la somma incassata per i ticket e che avrebbe dovuto depositare in banca. Imputato per peculato e simulazione di reato, è stato condannato dal giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Nocera, Giovanna Pacifico. L’uomo ha patteggiato un anno e quattro mesi di reclusione. La pena è stata poi ridotta dalla scelta del rito, dal fatto che fosse incensurato e dall’avere rimborsato i soldi di cui egli stesso aveva confessato di essersi appropriato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *