Ordigno bellico, l’associazione ASSOCITTADINO schierata al fianco delle imprese esecutrici e dell’amministrazione comunale

BATTIPAGLIA. Da diversi anni l’Associazione ASSOCITTADINO di Battipaglia, presieduta dall’Ing. Carmine Carbone, si occupa a tutto tondo degli aspetti legati alla sicurezza dei cantieri temporanei e mobili, attraverso accordi di programma con Enti come il Comitato Paritetico Territoriale della Provincia di Salerno che prevede l’assistenza tecnica a tutte le imprese edili. Nel caso del ritrovamento […]

BATTIPAGLIA. Da diversi anni l’Associazione ASSOCITTADINO di Battipaglia, presieduta dall’Ing. Carmine Carbone, si occupa a tutto tondo degli aspetti legati alla sicurezza dei cantieri temporanei e mobili, attraverso accordi di programma con Enti come il Comitato Paritetico Territoriale della Provincia di Salerno che prevede l’assistenza tecnica a tutte le imprese edili.
Nel caso del ritrovamento dell’ordigno bellico nel cantiere del nuovo istituto scolastico A. Penna, al link l’articolo e le foto: http://www.occhiodisalerno.it/notizie-dal-territorio/ordigno-bellico-battipaglia-foto-esclusive/ prontamente l’associazione si è schierata al fianco delle imprese esecutrici e dell’amministrazione comunale quale committente. Attraverso la consulenza specifica dei suoi soci, ha fornito i primi suggerimenti sulla gestione dell’emergenza verificatasi.
L’associazione ha così potuto sottolineare, l’importanza che in un’area interessata da intensissimi bombardamenti alleati durante il secondo conflitto mondiale, avrebbe avuto la pianificazione di una bonifica preventiva dell’area ancor prima di dare inizio alle lavorazioni, data anche la rilevanza dell’opera a costruirsi e la sua destinazione ad istituo scolastico.
ASSOCITTADINO vigilerà, a garanzia della sicurezza di tutti i cittadini residenti nell’area del ritrovamento, ed a garanzia della sicurezza dei futuri fruitori delle nuova struttura, affinché si giunga alla bonifica preventiva non solo per il cantiere in questione, ma per tutti quelli in progettazione o prossimi alla realizzazione in aree ad alto rischio storico come quello di Battipaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *