Operazione ‘Carte in gioco’ della Guardia di Finanza, sequestrati conti di gioco e rapporti bancari

Operazione ‘Carte in gioco’ della Guardia di Finanza di Vallo della Lucania che stamane, in coordinamento operativo con i colleghi del Comando Provinciale di Salerno, stanno eseguendo tre ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Gip del Tribunale di Vallo della Lucania, su richiesta della Procura della Repubblica locale. Le indagini hanno avuto inizio nel settembre […]

Operazione ‘Carte in gioco’ della Guardia di Finanza di Vallo della Lucania che stamane, in coordinamento operativo con i colleghi del Comando Provinciale di Salerno, stanno eseguendo tre ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Gip del Tribunale di Vallo della Lucania, su richiesta della Procura della Repubblica locale.
Le indagini hanno avuto inizio nel settembre 2013, dopo una querela con la quale di lamentava l’uso fraudolento di una carta di credito. Così, agli arresti domiciliari sono finiti V.R., M.S. e T.E. residenti nella provincia di Salerno che, in modo fraudolento, carpivano ad ignari cyber utenti le credenziali dei mezzi pagamento elettronico e, poi, le utilizzavano per alimentare i propri conti di gioco, sostituendosi all’identità informatica dei legittimi titolari di centinaia di carte di credito (mediante il cosiddetto “furto dell’identità digitale”).
In seguito i “borsellini elettronici”, utilizzati per giocare al poker online e per effettuare scommesse su Internet, venivano di fatto “svuotati” dai tre salernitani, che prelevavano con carte postepay attivate ad hoc o attraverso bonifici bancari, le somme di denaro indebitamente sottratte, in precedenza, agli intestatari delle carte di pagamento.
L’indagine è stata condotta dal Reparto Speciale di Roma. Nel corso dell’operazione sono inoltre stati sequestrati circa 60 conti di gioco e conti correnti bancari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *