Operaio morto a Pagani,negativi test tossicologici su 30enne alla guida del camion

PAGANI. Mentre San Marzano sul Sarno continua a piangere la morte di Fabio Celentrano, l’operaio ucciso mentre lavorava, sono giunti i risultati dei test tossicologici effettuati sul 30enne alla guida del camion che ha urtato il braccio meccanico, causando il distaccamento del cestello su cui era posizionato l’operaio. I test parlano chiaro: negativo. La tragedia […]

PAGANI. Mentre San Marzano sul Sarno continua a piangere la morte di Fabio Celentrano, l’operaio ucciso mentre lavorava, sono giunti i risultati dei test tossicologici effettuati sul 30enne alla guida del camion che ha urtato il braccio meccanico, causando il distaccamento del cestello su cui era posizionato l’operaio. I test parlano chiaro: negativo. La tragedia è avvenuta nella mattinata di ieri quando Fabio, operaio di una ditta di Pagani, stava posizionando uno striscione quando il 30enne alla guida del camion ha urtato il braccio meccanico, facendo precipitare l’operaio, morto sul colpo. Pare, inoltre, che il conducente del camion non si sarebbe accorto del giovane operaio a bordo del cestello elevatore.
Ora gli inquirenti dovranno verificare se la vittima, 26 anni, lavorasse in maniera regolare e riscontrare eventuali mancanze nella fase di affissione dello striscione. Celentano, secondo quanto riportato dal quotidiano Metropolis a breve sarebbe diventato papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *