Omicidio Fortino, spunta una lettera: “Altre persone volevano la sua morte”

Spunta una lettera sull'omicidio di Maurizio Fortino: secondo un ex compagno di cella di Sanzone, la sua morte su "voluta da altre persone"

maurizio-fortino

NOCERA INFERIORE. Spunta una lettera sull’omicidio di Maurizio Fortino: secondo un ex compagno di cella di Sanzone, la sua morte su “voluta da altre persone”.

“LA sua morte voluta da altre persone”: spunta una lettera sulla morte di Fortino

In merito alla morte dell’infermiere Maurizio Fortino, 52enne ucciso nel  2o17 in via Origlia a Nocera Inferiore, spunta un’interessante novità: un detenuto, ex compagno di cella di Davide Sanzone, avrebbe inviato una lettera alla Procura rivelando che l’omicidio su “voluto da altre persone”. Davide Sanzone è infatti il 43enne di origini siciliane condannato a 16 di carcere per la morte dell’infermiere, il quale avrebbe dunque confidato alcuni particolari dell’operazione a questa nuova figura che rischia di assumere un ruolo importante in caso di ulteriori risvolti del caso.

Adesso, il collegio dovrà decidere se ascoltare il detenuto circa l’attendibilità della missiva. Maurizio Fortino fu assassinato perché aveva stretto un legame affettivo con l‘ex moglie di Sanzone, il quale, una volta “scoperti” impugnò un coltello da cucina e pugnalò al fianco sinistro la vittima. Inutile la corsa in ospedale. L’omicidio avvenne sotto gli occhi della figlia di Sanzone.


Fonte: Salerno Today

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *