Odissea in tre ospedali per una protesi rotta: muore 63enne

Da Vico Equense a Sorrento, poi nella struttura ospedaliera di Sarno dove è deceduto. I familiari presentano un esposto ai carabinieri per fare chiarezza

malasanità, influenza, morte giovanissima, occhio salerno

SARNO. Un uomo di 63 anni, A.F le sue iniziali, è morto a seguito di un intervento ortopedico all’ospedale di Sarno dopo essersi recato precedentemente in altri due ospedali. Quello di Vico Equense e di Sorrento.

Odissea in tre ospedali per una protesi rotta: muore 63enne

Il 63enne – riporta Il Mattino – era stato ricoverato al Villa Malta perché è una struttura ospedaliera che può contare su un reparto di eccellenza ortopedica.

Al paziente dovevano sostituire la protesi ad un’anca, tecnicamente chiamata “cotile” che si era rotta a seguito si una caduta accidentale provocata dal manto stradale dissestato in via Raffaele Bosco, incrocio con Via Fontanelle, a Vico Equense, comune di residenza della vittima. Dopo l’intervento, tardato di sei giorni rispetto al suo arrivo a Sarno, la situazione clinica è precipitata.

L’uomo è morto poche ore dopo l’intervento ortopedico. Secondo quanto raccontato dalla moglie ai carabinieri di Sarno, il marito non solo avrebbe perso tanto sangue ma avrebbe anche sofferto molto ricevendo cure e attenzione soltanto quando la situazione ha iniziato ad essere irreparabile. Di qui l’esposto presentato dalla donna e dal figlio ai militari dell’Arma. Nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia per fare chiarizza sulle reali cause del decesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *