Odissea in tre ospedali per una protesi rotta: muore 63enne

Da Vico Equense a Sorrento, poi nella struttura ospedaliera di Sarno dove è deceduto. I familiari presentano un esposto ai carabinieri per fare chiarezza

malasanità, influenza, morte giovanissima, occhio salerno

SARNO. Un uomo di 63 anni, A.F le sue iniziali, è morto a seguito di un intervento ortopedico all’ospedale di Sarno dopo essersi recato precedentemente in altri due ospedali. Quello di Vico Equense e di Sorrento.

Odissea in tre ospedali per una protesi rotta: muore 63enne

Il 63enne – riporta Il Mattino – era stato ricoverato al Villa Malta perché è una struttura ospedaliera che può contare su un reparto di eccellenza ortopedica.

Al paziente dovevano sostituire la protesi ad un’anca, tecnicamente chiamata “cotile” che si era rotta a seguito si una caduta accidentale provocata dal manto stradale dissestato in via Raffaele Bosco, incrocio con Via Fontanelle, a Vico Equense, comune di residenza della vittima. Dopo l’intervento, tardato di sei giorni rispetto al suo arrivo a Sarno, la situazione clinica è precipitata.

L’uomo è morto poche ore dopo l’intervento ortopedico. Secondo quanto raccontato dalla moglie ai carabinieri di Sarno, il marito non solo avrebbe perso tanto sangue ma avrebbe anche sofferto molto ricevendo cure e attenzione soltanto quando la situazione ha iniziato ad essere irreparabile. Di qui l’esposto presentato dalla donna e dal figlio ai militari dell’Arma. Nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia per fare chiarizza sulle reali cause del decesso.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *