Nuova corsa per l’azienda CSTP, direzione Napoli

ANGRI. L’azienda CSTP da lunedì 24 novembre amplierà il collegamento per Napoli attraverso l’aggiunta di una nuova corsa. I pullman partiranno da Sant’Antonio Abate alle ore 06.15 e giungeranno al centro di Angri alle ore 06.30 fino ad arrivare al centro di Napoli. Quest’ampliamento sarà effettuato per risolvere parte dei disagi che i cittadini, ogni […]

ANGRI. L’azienda CSTP da lunedì 24 novembre amplierà il collegamento per Napoli attraverso l’aggiunta di una nuova corsa. I pullman partiranno da Sant’Antonio Abate alle ore 06.15 e giungeranno al centro di Angri alle ore 06.30 fino ad arrivare al centro di Napoli. Quest’ampliamento sarà effettuato per risolvere parte dei disagi che i cittadini, ogni mattina, riscontrano per dirigersi verso Napoli.
Inoltre afferma il consigliere comunale Domenico D’Auria: “ Dopo il cambio al vertice alla Provincia finalmente le cose sono cambiate. Grazie anche all’intervento del neo Consigliere provinciale Alberto Milo che si è fatto portavoce di questa istanza abbiamo ottenuto un primo risultato a favore della comunità angrese. In qualità anche di dipendente del CSTP tengo a sottolineare che questi disagi non sono dovuti all’azienda che pone in essere un contratto di servizio sottoscritto con la committenza della Provincia di Salerno. Continuerò ad impegnarmi su questo fronte affinché la questione del trasporto pubblico locale torni a tenere banco nelle politiche comunali e provinciali”.
Infine il neo consigliere provinciale Alberto Milo ha aggiunto: “Nonostante il problema della esiguità delle risorse economiche grazie alla Provincia di Salerno siamo riusciti ad ottenere una corsa aggiuntiva per Napoli che passasse per le strade di Angri, ovviando, anche se solo in parte, ai disagi dei nostri concittadini, lavoratori e studenti pendolari. Questo risultato è comunque per noi una soddisfazione e spiana la strada che percorreremo con impegno e determinazione affinché al nostro territorio venga restituito il rispetto che merita e che per troppo tempo è stato calpestato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *