ricorso simulato

Ricorso simulato: avvocato a processo per truffa aggravata

CASTEL SAN GIORGIO. Aveva fatto credere ad un cliente di aver impugnato cartelle della commissione tributaria e di fare ricorso al tribunale, ma in realtà lo aveva truffato.

Riuscendo anche a percepire 7500 euro di parcella. Dovrà difendersi dall’accusa di truffa aggravata un avvocato di Castel San Giorgio.

L’uomo avrebbe indotto la vittima – anche suo cliente – “in errore circa l’avvenuta presentazione del ricorso, nella realtà mai presentata alla commissione tributaria provinciale di Salerno, contro gli avvisi di accertamento“.

Per questo si fece pagare 7500 euro, rassicurando la vittima, come riporta salernotoday, che il tutto fosse in fase di risoluzione. Ma l’inganno fu deleterio per il cliente.

Il giudice scrisse che a causa del mancato ricorso “il danno comprendeva la decadenza, per il cliente, di ogni possibilità di impugnativa contro gli accertamenti”. Dopo un breve periodo, infatti, l’Agenzia delle Entrate notificò due intimazioni di pagamento alla vittima, pari a 64 e 66mila euro.

L’uomo restò stupito, convinto di non dover pagare nulla a fronte dell’opposizione fatta attraverso il suo legale. Le due cifre divennero definitive con l’aggiunta degli interessi.

L’uomo si accorse della mancata opposizione dopo aver presentato denuncia. La Procura di Nocera Inferiore ha citato in giudizio l’avvocato, che ora affronterà il dibattimento in tribunale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *