Nonna Filomena spegne 100 candeline: «Il segreto? Fare del bene»

Una vita spesa per la casa e la famiglia, circondata dall’affetto di tutti e soprattutto con una mente ancora aperta e pronta ad aiutare gli altri

SALERNO. Festeggia 100 anni la signora Filomena Montalbano, a Salerno. Una vita spesa per la casa e la famiglia, circondata dall’affetto di tutti e soprattutto con una mente ancora aperta e pronta ad aiutare gli altri.

Nonna Filomena spegne 100 candeline

Sono i 100 anni di nonna Filomena, che ieri mattina per il suo compleanno oltre a ricevere l’affetto, l’amore, i regali di figli, nipoti e pronipoti in una grande festa, ha ricevuto anche la targa dal Comune di Salerno consegnata dalla consigliera di Campania Libera Paky Memoli. Lo scrive il quotidiano Le Cronache oggi in edicola

Filomena Montalbano, ha spento ieri le 100 candeline con la voglia di festeggiare, di continuare a leggere, a parlare della sua vita e dei suoi ricordi ma soprattutto con l’impegno di fare del bene.

Da Cosenza a Salerno per amore

Da Cosenza a Venezia fino a Salerno, per seguire l’amore della sua vita, un “ferroviere” che gli ha lasciato in eredità il bene più prezioso che una donna possa desiderare: una grande famiglia che dopo tanti anni di sacrifici e lavoro, si prende cura di lei tutti i giorni. Alla festa per i suoi 100 anni la famiglia era al completo.

Nonna Filomena infatti si vanta dei suoi 5 figli, degli 11 nipoti e dei 13 pronipoti che «mi chiamano ogni sera per sapere come sto e come ho passato la mia giornata». Una vita semplice, quella di Nonna Filomena, condotta a fare del bene non solo a chi le è vicino ma anche ai vicini e a chi la conosce.

Le parole di Nonna Filomena

«Ho sempre fatto del bene, ma non l’ho mai detto a nessuno perchè mi ha sempre fatto stare bene pensare agli altri, ho una famiglia bellissima, amo i miei nipoti e i miei figli che ancora oggi si prendono cura di me.

Amo Salerno e ci sto benissimo – ha dichiarato nonna Filomena – vengo da Cosenza, poi mio marito per lavoro si è dovuto trasferire a Venezia, ma lì non ci stavo bene, troppa umidità. Siamo venuti a Salerno nel 1970 e mi sono trovata subito bene, nulla da dire a questa città». Nonna Filomena ha da sempre fatto la casalinga, prendendosi cura della casa e dei figli.

Il suo segreto? Leggere, ricamare e soprattutto un’alimentazione corretta ancora oggi. Colazione ogni mattina, accompagnata da una lettura dei quotidiani salernitani, pranzo preparato con amore dalla nuora, a merenda tanta frutta e la sera cena, con la tv per compagnia. Una vita modesta, fatta di poche cose ma che sembrano grandissime e immense quando a circondarti è l’amore di una famiglia numerosissima pronta a festeggiare per tanti altri anni un compleanno così.

I migliori auguri arrivano anche dalla dottoressa Paky Memoli, che ieri mattina ha consegnato la targa da parte dell’amministrazione comunale ad una donna che si contraddistingue ancora oggi per la forza e il sorriso che gli illumina il volto e di riflesso illumina il volto di tutta la sua famiglia.


Fonte Le Cronache

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *