Non le servono champagne, aereo costretto ad atterraggio d’emergenza

Le persone a bordo non sono mai state in pericolo, ma i costi totali della sosta non pianificata ammontano a migliaia di euro

SALERNO. Un’insolita avventura, fortunatamente conclusasi per il meglio, per un volo Swiss partito dall’aeroporto  russo di Mosca e diretto a Zurigo, in Svizzera, costretto ad un  atterraggio d’emergenza a Stoccarda. Lo segnala Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti.

Una 44enne svizzera ha costretto ieri sera un Airbus A320 della Swiss a un atterraggio non previsto nell’aeroporto tedesco. La donna è infatti diventata molto aggressiva dopo che l’equipaggio ha deciso di non servirle più champagne, nonostante le insistenti richieste. Le è stato poi impedito di tornare a bordo e proseguire il volo, fa sapere oggi la polizia tedesca.

Le dinamiche

Nessuno è stato in grado di calmare la bellicosa passeggera, arrivata anche a passare alle vie di fatto tirando vigorosamente per il polso un membro del personale di bordo, si legge in una nota delle forze dell’ordine di Reutlingen (Baden-Württemberg). Le 43 persone a bordo dell’aereo non sono mai state in pericolo, ma i costi totali della sosta non pianificata ammontano a diverse decine di migliaia di euro. La protagonista della vicenda, che viaggiava in business class, è stata sanzionata con una multa di 5000 euro. L’aereo, ha potuto proseguire dopo circa tre quarti d’ora nello scalo tedesco verso la sua destinazione finale senza la signora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *