Nocera Superiore: a Natale trasporto gratuito per le persone meno abbienti

In occasione di Natale, la Croce Azzurra di Nocera Superiore promuove il progetto "Assistenza Sospesa": trasporto gratuito alle persone meno abbienti

croce-azzurra-2-1

NOCERA SUPERIORE. In occasione del periodo di Natale, la Croce Azzurra di Nocera Superiore promuove il progetto “Assistenza Sospesa” per fornire trasporto gratuito alle persone meno abbienti.

“Assistenza Sospesa”: il progetto della Croce Azzurra di Nocera Superiore a sostegno del trasporto gratuito per persone meno abbienti

Un servizio di trasporto gratuito per aiutare le persone meno abbienti: si tratta di “Assistenza Sospesa”, il progetto della Croce Azzurra di Nocera Superiore attuerà per il periodo di Natale a spese proprie.

La Croce Azzurra di Nocera Superiore, in virtù del periodo natalizio e per ricordare che le associazioni di volontariato sono nate per supportare e stare vicino alle persone che hanno più bisogno di aiuto e supporto, in occasione del periodo natalizio lancia la proposta anche alle altre associazioni di volontariato di creare un calendario di “Assistenza Sospesa“, idea che richiama la tradizione napoletana di lasciare un caffè pagato ai bar a vantaggio di chi non può permettersi nemmeno un semplice caffè.

La proposta della Croce Azzurra di Nocera Superiore, che da anni svolge azioni di volontariato puro, comunicherà in quali giorni della settimana effettuerà trasporti gratuiti per le persone meno abbienti, il cui costo è esclusivamente a carico dei volontari. La proposta sarà comunicata alle altre associazioni di volontariato, creando in questo modo una suddivisione dei giorni garantendo con le turnazioni servizi gratuiti per tutto il periodo natalizio.

«Non dobbiamo dimenticare che la nostra è un azione di volontariato e non dobbiamo dimenticare le persone in difficoltà, – dichiara il Presidente Matilde Apicella – Per fortuna i nostri volontari da anni portano avanti il progetto. La proposta è nata proprio da loro che troppo spesso si trovano davanti agli occhi situazioni economiche precarie. Il 9 dicembre ci auguriamo che diventi la giornata dell’assistenza sospesa, da questo evento può nascere una maggiore sensibilità a favore dei senza fissa dimora, delle famiglie sotto la soglia della povertà»

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *