Nocera Inferiore, corruzione elettorale: archiviazione per Capaldo

Era stato indagato per corruzione elettorale. Ora il Gup decide per l'archiviazione per Ilario Capaldo, consigliere di maggioranza

ilario capaldo

NOCERA INFERIORE. Era stato indagato dalla Procura Distrettuale Antimafia per corruzione elettorale. Ora il Gup decide per l’archiviazione per Ilario Capaldo, consigliere di maggioranza.

Arriva l’archiviazione per Ilario Capaldo, consigliere comunale di Nocera Inferiore, indagato dalla Procura Antimafia per corruzione elettorale

La posizione di Ilario Capaldo, consigliere di maggioranza è stata definita dal Gup del Tribunale di Nocera che ha archiviato la sua posizione. Capaldo era stato sentito insieme ad altri consiglieri comunali, giorni dopo il blitz concentrato sul presunto clan dell’ex cutoliano Antonio Pignataro, costato il carcere a quest’ultimo, all’ex consigliere Carlo Bianco e a Ciro Eboli, mentre per Luigi Sarno (sospettato di aver corrotto diversi elettori per l’elezione di Maisto) erano stati decisi i domiciliari.

Tuttavia, a differenza degli altri consiglieri e dello stesso sindaco Torquato, Capaldo era sospettato di aver raccolto voti in cambio di soldi. Gli indizi a suo carico vennero fuori da una telefonata dell’ex consigliere Carlo Bianco intercettata dai Ros il giorno dopo le elezioni, il 12 giugno, quando lo stesso si dispiace di non essere stato eletto.

«Purtroppo la situazione è questa… la città che piglia… Ilario Capaldo che… è arrivato a “4 e spar” (dispari) cacciando 70 euro a voto… purtroppo la gente non capisce chi lavora per il territorio. La gente va trovando chi gli da una cosa di soldi… gli paga la bolletta della luce… del gas… che gli fa la spesa a casa.. questa è la politica locale».

Capaldo era stato eletto nella lista “Moderati per Nocera”. Ora arriva l’archiviazione.

FONTE: Le Cronache

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *